martedì 14 Luglio 2020

[email protected]

Tivoli II- Tivoli centro“- A. Baccelli”- a.s.2019/2020

La volpe e la pantera

Una pantera grossa e nera passeggiava in una foresta abitata da tanti animali. Ogni volta che la pantera incontrava un animale, sfoderava i suoi denti mettendogli paura, come se fosse la padrona del territorio.
Durante la sua passeggiata la pantera incontrò una volpe che, a differenza degli altri animali, non scappò, così la pantera le disse:” Spostati volpaccia, non vedi che sono grande e grossa e tu piccola e insignificante? Questo è il mio territorio, quindi sparisci.”
La volpe, astuta e affatto spaventata, consapevole del fatto che la pantera non fosse di quella foresta, le rispose:” Se vuoi che sparisca dovrai battermi in una gara di velocità. Chi arriva per primo alla fine della foresta resta, chi perde, invece sparisce per sempre.”
La pantera, orgogliosa e sicura della sua velocità, accettò fieramente, sicura della sua vittoria. Tutti gli animali si radunarono per assistere alla gara. La pantera e la volpe si misera sulla linea di partenza e al “Via”, dato da parte di un uccello, partirono. La pantera procedeva dritta verso la meta mentre la volpe, che conosceva la foresta, procedeva sicura e prudente. Arrivati al centro della foresta, dove c’era una buca molto profonda, la volpe saltò per evitarla, mentre la pantera non preparata, cadde dentro. La volpe arrivò al traguardo e vinse, poi tornò indietro dalla pantera che tentava di uscire dalla buca senza successo. La volpe, felice per il risultato, aiutò la pantera ad uscire dalla buca e,  come d’accordo, la pantera andò via e non tornò più nella foresta. Essere troppo sicuri di sé a volte può riservare brutte sorprese.   

Lolli Francesco,1C