martedì 14 Luglio 2020

[email protected]

Tivoli II- Tivoli centro“- A. Baccelli”- a.s.2019/2020

Il Bullismo arriva al cinema

Quando ti viene data la possibilità di scegliere se avere ragione o essere gentile, scegli di essere gentile.   

La vita si presenta difficile quando si nasce con problemi di salute che presentano serie problematiche fisiche.
Quando è poi un bambino a sottoporsi allo sguardo dei propri compagni, in un contesto in cui il bullismo è un rischio in ogni caso, allora la diversità diventa un rischio assoluto.Questo accade nel film Wonder, che in italiano significa  “MERAVIGLIA”, girato nel 2017 e diretto da Stephen Chbosky, una commedia motivazionale a lieto fine che destina allo spettatore un messaggio inequivocabile: “Non fermarti mai alle apparenze”. I protagonisti sono Jacob Tremblay nel ruolo di Auggie, Julia Roberts nel ruolo della madre, Owen Wilson nel ruolo del padre e Izabela Vidovic nel ruolo della sorella. I produttori di questo film drammatico sono David Hoberman e Todd Lieberman che portano su tutti gli schermi del mondo un film americano. Wonder è un film contro il bullismo e narra di un bambino di dieci anni, con una malformazione facciale, che viene preso in giro per il suo aspetto. Il sogno del bambino è di poter essere un bambino normale e poter stare con gli altri senza essere deriso, ma la cosa che vorrebbe di più al mondo è di poter andare sulla Luna.  Il suo nome è August (Auggie) Pullman; la sua famiglia è formata da : sua madre, molto legata ad Auggie, suo padre, sempre molto positivo, e sua sorella che ha sempre voluto un fratellino ed è molto affezionata a lui. August deve affrontare molte sfide nel film che non saranno sempre facili da affrontare, ma tenterà lo stesso di superarle, anche con il piccolo aiuto da parte di chi gli vuole bene. La festività preferita del protagonista è Halloween, proprio perché non gli è mai piaciuto mettersi in mostra e mascherarsi era l’unico modo per nascondersi dagli occhi degli altri.
Le persone non vanno giudicate dal loro aspetto esteriore, ma da quello interiore. Infatti nelle ultime scene si vede Auggie tranquillo e vivere la sua vita con gli amici e con la sua famiglia. Questo film ha fatto capire che bisogna essere gentili con le persone diverse da noi e non bisogna escluderle dal gruppo.
Come si combatte il bullismo a scuola? I ragazzi tendono a tacere, a tenersi per sé il problema aspettando che i bulli si stanchino di prendersela con lui, oppure evitando di andare a scuola o provare verso se stessi rabbia, disperazione e frustrazione. Infatti la famiglia ha un ruolo fondamentale per intervenire contro il bullismo a scuola. Quando i genitori avvertono un comportamento strano devono cogliere i segnali e tentare di affrontare la situazione con la maggiore serenità possibile ma, allo stesso tempo con determinazione.

Nel film sono presenti delle frasi molto significative, eccone alcune…
Quando ti viene data la possibilità di scegliere se avere ragione o essere gentile, scegli di essere gentile. -Prof.Browne
Se non ti piace quello che vedi, cambia il tuo modo di guardare. -Isabel
Tutti nel mondo, almeno una volta nella vita, dovrebbero ricevere una  standing ovation. -Auggie
Mi piacerebbe che ogni giorno fosse Halloween. Potremmo indossare maschere tutto il tempo.
Potremmo andarcene in giro e conoscerci prima di andare a vedere come appariamo sotto la maschera. -Auggie                                                        
Lo so che non sempre ti piace, ma io l’adoro, è la faccia di mio figlio! – Nate
Tu sei il più tosto della scuola, faglielo vedere. Non puoi nascondere se sei nato per emergere. Se ti fissano, lasciali fissare. – Via
Non ho sconfitto la morte nera né niente del genere, ho solo superato l’anno scolastico -Auggie

Rinaldi Arianna e Vecchietti Claudia 1F