martedì 31 Marzo 2020

[email protected]

Tivoli II- Tivoli centro“- A. Baccelli”- a.s.2019/2020

La farfalla vanitosa


Una volta, in una bellissima campagna molto lontana dalla città, nel giardino di una casa molto graziosa, c’era una bellissima farfalla che si vantava con tutti quelli che incontrava di essere incredibilmente bella. Così un giorno andò da un coleottero e gli disse: – Quanta sfortuna nascere così,tutto verde, di un solo colore! Il coleottero le rispose un po’ offeso: -A me piace il mio colore verde smeraldo, lo adoro e poi posso mimetizzarmi benissimo sulle foglie verdi degli alberi e delle piante! – La farfalla aggiunse: – Appunto!E’ brutto essere di un solo colore; guarda me, invece, sono molto variopinta! –
Dopo un po’ la farfalla lasciò stare il coleottero e andò a vantarsi con le sue amiche farfalle che, stanche del suo atteggiamento, la cacciarono. La farfalla,convinta che la colpa fosse delle sue amiche, tornò a vantarsi dal coleottero che le disse: – Attenta! – E così la farfalla, essendo bellissima, fu catturata, con un retino, da un bambino che corse dai suoi amici dicendo:- Guardate!Guardate! – Ma i suoi amici lo ignorarono, così liberò la farfalla che, convinta che l’avesse catturata per sbaglio, continuò a vantarsi.
Un giorno incontrò un elefante e gli disse: – Sono fortissima, più forte di te!- L’elefante tirò su con la proboscide un enorme masso e disse:  – Tirane su uno più grande! – La farfalla, furba, prese un palloncino grigio e lo gonfiò ma l’elefante se ne accorse e,molto irritato, prese moltissima aria con la proboscide e spazzò via lontano la farfalla che si accorse che è molto pericoloso vantarsi troppo perché poi ci si potrebbe pentire di ciò che abbiamo fatto.
In seguito, dopo molto tempo, dato che l’elefante l’aveva mandata molto ma molto lontano, andò a scusarsi con tutti gli animali del giardino, anche con l’elefante e poi ringraziò il coleottero che l’aveva avvertita del pericolo che aveva corso.  

Amodio Francesco, 1H