mercoledì 30 Settembre 2020

[email protected]

Scuola secondaria di 1^grado- A. Baccelli- a.s.2019/20.

Il mio diario

Caro Diario questo è l’inizio, di 10 pagine di confidenze, di 10 pagine di avventure. L’inizio in cui la carta viene trattata come una persona viva e vegeta, anzi più che una persona, una migliore amica. Ovviamente un’amica ha anche un nome, quel nome è Aria, lo so sembra un nome un po’ bizzarro ma ha un senso, aria come spazio alle parole, spazio agli sfoghi, spazio a quelle frasi che in fondo sono semplici ma significative. Tu sei l’Aria, che mi fa sia vivere, vivere esprimendomi completamente, che raccontare me stessa, ma se tu sei l’Aria io sono il vento, il quale la trasporta e la riempie.

29\06\2019
Ciao Aria!
Il 29 è stato un giorno davvero importante anzi più che importante stracolmo di emozioni. L’accademia Beats Generation di cui faccio parte si è esibita a Piazza Plebiscito e c’era molta gente ad assistere allo spettacolo. Loro in quel caso erano il fulmine, il palco l’aria, noi la pioggia, la musica il vento che ti porta via l’ansia e ti fa rilassare. Nei camerini si viveva l’attesa e nell’attesa vivevamo noi.   
C’erano diverse sfumature:

  • Ansia
  • Gioia
  • Adrenalina
  • Felicità

Tutte insieme eravamo una sfumatura perfetta, poi quella sfumatura veniva portata sul palco e con la forza della musica cancellava l’ansia mentre rafforzava la gioia, la felicità e l’adrenalina. Beh, forse, leggere queste cose sembra un pochino banale, c’è gente che giudica la danza in maniera superficiale, perché non sa veramente, cos’è. E’ una cosa forte credimi. La gente non sa che dietro le foto scattate dal fotografo ci sono tante sfaccettature, poi vengono messe su Facebook e la gente dice: “Oh che belle foto”. Non immaginano che dietro quella sfumatura c’è la bravura creata dalla fatica, la fatica di resistere, dietro la resistenza c’è un gruppo, dietro il gruppo c’è un legame creato da persone. Dietro le persone c’è la passione. Quindi non sono foto anonime, ma sono forti, hanno un senso, sono molto più forti dei soliti selfie su Instagram.   Molti dicono “la danza non è uno sport”, infatti la danza è un’ARTE. Purtroppo quel giorno ci sono stati dei contrattempi, che alla fine si sono risolti. Abbiamo ospitato anche altre scuole, proprio per far conoscere al pubblico altre forme di danza. Lo spettacolo si intitolava: 

                   “ Balla Bella Tivoli ”.

09/07/2019
Ciao Aria! Come stai?
Ti senti un pochino spoglia vero?
Sono un po’ di giorni che non ci sentiamo. 
Non ti piace il vuoto, non ti piacciono quelle pagine prive di parole, come dire le parole sono la tua alimentazione, pensaci!!…
E’ incredibile, con le parole noi possiamo creare un portale di immaginazione e quel portale sei tu, sei tu come altri libri, poi arriva la penna, che rappresenta la bacchetta che crea il portale, come “Harry Potter”. Lo sai che mi ricordi? Lo Ying e lo Yang, il simbolo del bene e del male, il nero ha una parte del bianco e il bianco ha una parte di nero, come se entrambi non potessero vivere separati, creando quella luce e quell’ ombra. Ciò, perché nella vita non c’è solo bisogno della luce, ma anche dell’ombra, poiché il male non è il “male” senza il bene, e il bene non è il “bene” senza il male.
Solo insieme si attivano, così come te e l’inchiostro della penna, collegati formate quel passaggio.               

23/ 07 / 2019                                    
Borsa di studio di danza. Partenza per Sperlonga. Camping Village Santa Anastasia.
Ero troppo eccitata poiché questa era la mia prima vacanza da sola!!!  Quando siamo arrivate, ci hanno assegnate dopo un po’ di tempo le camere.  Erano bellissime dotate di ogni confort erano da quattro, io mi sono messa in stanza con Francesca, Jennifer e Giulia. Ci hanno consegnato dei braccialetti, dove c’era scritto “Dance Experience 2019” e delle magliette gialle della CSN l’Associazione che ha organizzato lo Stage. Oramai era giunto il momento di salutare i nostri genitori con un pochino di malinconia.
Dopo esserci organizzate e sistemate alle ore 19:00 siamo andate alla convocazione nella sala centrale. Giunte lì, Miriam, una maestra ma allo stesso tempo anche coordinatrice, ci ha diviso nei vari gruppi in base alla fascia di età; io ero capitata nel gruppo Luna 2. La sera ci siamo riunite tutte insieme e ci siamo scatenate come matte.
La mattina facevamo colazione al ristorante che era situato vicino alle nostre camere, c’era di tutto e di più:
Cioccolata calda, cornetti, merendine, cereali, yogurt, fette biscottate, marmellate, succhi di frutta e latte.
Poi ci mettevamo tutte insieme in un unico tavolo e facevamo la colazione. Successivamente andavamo al mare a lezione e il pomeriggio avevamo altre lezioni.

  • Compravamo al minimarket qualche stuzzichino
  • La sera facevamo i pigiama party.

Ora invece voglio parlarti dei servizi:
La camera era sempre molto pulita, veniva tutte le mattine una signora che faceva le pulizie.
La colazione era sempre stracolma di cibo, come ti ho detto in precedenza.
A pranzo e a cena c’era il self service e avevi la scelta di tre primi, tre secondi e tre contorni più la frutta di stagione.
I maestri erano molto simpatici e bravi.
Ritorniamo alla mia giornata tipo:
Dopo aver cenato c’erano quelle serate troppo belle, trascorse insieme dove ci mettevamo a mangiare gli stuzzichini in camera o al parco e ci divertivamo tantissimo, perché in fondo questa avventura l’abbiamo trascorsa solo ed esclusivamente insieme. Si certo si possono verificare dei litigi, ma in fondo è proprio questo che ci unisce e ci rende ancora più amiche, con alcune, poi successivamente capirai il perché.   
L’importanza di questo Stage non è mostrare la propria bravura o vantarsi, ma vivere ogni singolo secondo, condividere ogni attimo insieme, perché in fondo se ci pensi, solo la nostra passione ci ha portato a vincere questa borsa di studio.
La settimana è passata troppo in fretta e siamo giunti alla serata del “ GALA “.In questa serata ci esibivamo davanti a tutti i genitori, ogni scuola mostrava la propria coreografia con la quale aveva vinto nella gara ed anche quelle imparate durante la settimana. Prima dello spettacolo mi è venuto spontaneo fare un resoconto della settimana trascorsa:
Dopo tutti questi giorni ho capito veramente la personalità delle mie amiche, ho capito che ci sono persone egoiste, generose, lamentose, speciali, altre MENEFREGHISTE. Eh si dico proprio menefreghiste, dedicato a una persona in particolare, questa persona è una nostra “amica”, perchè lei due giorni prima del Gala se ne è andata a CASA LASCIANDOCI DA SOLE, perché sentiva la nostalgia della madre!!!
Aria……….. ci ha lasciato in mezzo al caos più totale perché se manca anche un componente, il balletto viene compromesso.
Ma niente paura ognuna di noi con i propri pregi e difetti si è unita e facendo il lavoro di squadra abbiamo riadattato tutto il balletto.
E sai che smacco le abbiamo dato?              
Grande grande.
Quindi tornando alla mia riflessione iniziale e tirando le somme mi sono accorta che la mia passione mi ha portato:
a vincere una borsa di studio, a conoscere nuovi maestri e imparare cose nuove e diverse, a vincere delle gare, fare delle nuove esperienze e a conoscere la personalità delle amiche e di nuove ragazze che ho incontrato, a esibirmi su diversi palchi. Devo dire che tutto ciò mi ha arricchito sia a livello umano che sportivo.

                                      Grazie DANZA!!!!!!!!!

                      Gaya Cipolloni, 3E