martedì 14 Luglio 2020

[email protected]

Tivoli II- Tivoli centro“- A. Baccelli”- a.s.2019/2020

La renna e il coniglio

La notte prima di Natale è uno degli eventi più magici dell’anno perché quella notte Babbo Natale distribuisce i regali per tutti i bambini del mondo, però Babbo Natale non farebbe nulla senza le sue splendide renne volanti! Il coniglio di Pasqua però è molto invidioso della cara renna perché secondo lui il suo lavoro è più semplice e anche più bello, ma altrettanto la renna pensa di lui. Allora un giorno si incontrano e cominciano a discutere.
Il coniglio disse: “Tu non devi fare altro che correre, che ci vuole ci riesco anch’io!”
La renna rispose: “Beh non ci vuole nulla a deporre uova e metterle in posti a caso”.
Così cominciarono a fare diverse gare: di velocità, di astuzia, di capacità…
Ma ovviamente è più veloce la renna e non il coniglio, è più astuto il coniglio e non la renna e ognuno continua a sostenere che il lavoro dell’altro è più semplice allora decidono di scambiarsi i ruoli, la renna diventa il coniglio e il coniglio la renna.
Dopo un po’ di tempo la renna capisce che non è facile fare il coniglio pasquale e altrettanto il coniglio ma pur di non dar ragione all’altro continuano a fare i ruoli assegnati.
La renna però alla fine si decide nel dire al coniglio che il suo ruolo era più difficile e il coniglio sentendoselo dire confessò anche lui la stessa cosa alla renna.
Così entrambi tornarono a fare il proprio lavoro apprezzandolo ancora di più.

Morale

Non si deve disprezzare ciò che si è e ciò che si ha

Salvatore Gallo e Samuel Sforza classe 1G