martedì 26 Maggio 2020

[email protected]

Tivoli II- Tivoli centro“- A. Baccelli”- a.s.2019/2020

DI’ COME DANTE. Oggi 25 marzo prima edizione del Dantedì

Giornata dedicata al sommo poeta Dante Alighieri. Studiosi, linguisti, scienziati tutti riuniti da casa per celebrare il capolavoro dantesco: La Divina Commedia. Grandi e piccoli potranno seguire online per tutto il giorno gli hashtag ufficiali #Dantedì e #IoleggoDante.

Il giorno dedicato a Dante è stato instituito a partire dalla proposta di Paolo Di Stefano sul «Corriere» del 18 giugno 2017. Dante, un uomo vissuto tanti secoli fa, continua ad essere così vivo ed attuale anche in tempi come i nostri, poveri di poesia e ricchi di superficialità ed indifferenza.  La scelta del Dantedì è caduta su una data immaginaria, la data del 25 marzo, individuata dagli studiosi come inizio del suo viaggio ultraterrenonella Divina Commedia, testo che ha fondato la lingua italiana letteraria e ha promosso il volgare toscano portandolo da una dimensione dialettale a lingua nazionale, facendone il nucleo della nostra identità di paese.
E proprio in questo momento così difficile per la nostra Italia è importante tenere unita e viva la nostra idea di paese, a pochi giorni dai festeggiamenti del 17 marzo dell’Unità d’Italia.

  …parlano del DanteDì

“…Dante è la lingua italiana, è l’idea stessa di Italia. Ed è proprio in questo momento che è ancor più importante ricordarlo per restare uniti”. (cit. Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo Dario Franceschini)

“…ll Dantedì può essere una bellissima occasione per ribadire che la scuola c’è, per     condividere, sui social o sulle piattaforme delle lezioni online la passione per uno dei testi più importanti della nostra letteratura” (cit. Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina)

…alle ore 12 il via!

Al suon di #Dantedì e #IoleggoDante a partire dalle ore 12 migliaia di studenti italiani potranno riscoprire i versi della Divina Commedia con pillole, letture in streaming, performance dedicate a Dante, sia durante la videolezione con gli insegnanti che da soli a casa, magari con i genitori. Molto bella la trasmissione di Vittorio Gassman che su RaiStoria legge le accorate, famosissime parole rivolte da Ulisse ai suoi compagni nel canto XXVI dell’Inferno: “considerate la vostra semenza: fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza” e sul canale YouTube di Mibact un video molto interessante con estratti della Divina Commedia spiegati e commentati da studiosi, professori e linguisti.

Immagine che contiene diverso, molti

Descrizione generata automaticamente

  …alle ore 18 flashmob!

Sulla scia dei flashmob nati in questi giorni che hanno visto milioni di italiani affacciarsi alle proprie finestre e balconi per cantare a squarciagola l’Inno d’Italia e non solo, la Società Dante Alighieri ha invitato tutti a leggere due terzine del canto dantesco in cui Paolo e Francesca dimostrano che l’amore vince su tutto! Come l’amore per l’Italia e gli italiani ci aiuterà a vincere questa guerra contro un nemico invisibile. L’appuntamento è per le ore 18, pronti con gli smartphone a condividere nei social network con hashtag #stoacasacondante #ioamolacultura #WeAreItaly:

Amor, ch’al cor gentil ratto s’apprende,
prese costui de la bella persona
che mi fu tolta; e ‘l modo ancor m’offende.

Amor, ch’a nullo amato amar perdona,
mi prese del costui piacer sì forte,
che, come vedi, ancor non m’abbandona.

Tra le testimonianze in rete meritano un’attenzione in più le due terzine apparse sul sito della Polizia di Stato
«Dolce color d’oriental zaffiro,
che s’accoglieva nel sereno aspetto del mezzo, puro infino al primo giro,a li occhi miei ricominciò diletto,
tosto ch’io usci’ fuor de l’aura morta
che m’avea contristati li occhi e ‘l petto»

Bruschi Beatrice 3F