venerdì 27 Novembre 2020

[email protected]

SS1G- A. Baccelli-Dipartimento di Lettere- a.s.2020/2021.

“Giovani alberi per la pace”

IO HO CURA

Il progetto vuole prendersi cura contro l’incuria!’ si propone di  realizzare un percorso  in cui bambini e ragazzi del nostro istituto prendano consapevolezza dell’incuria del giardino della scuola, e cominci a prendersene cura, e agisca concretamente a favore degli altri, con azioni volte e finalizzate al servizio per la comunità integrato con altre azioni di conoscenza/contatto col territorio e restituzione alla comunità del proprio lavoro e del percorso fatto.

I NOSTRI LAVORI

2020/2021

a.s. 2019/2020

30 Anniversario della caduta del muro di Berlino

I muri ti promettono sicurezza e poi ti tolgono la libertà, non solo uccidono le persone ma anche la dignità.

Il 9 Novembre 2019 è il 30^anniversario della caduta del muro di Berlino, simbolo della guerra fredda e della divisione del mondo. Questa data è nominata “La giornata della Libertà”.
I muri non si costruiscono solo nella realtà per dividere le persone per razza o religione, ma si costruiscono anche dentro di noi. Alcuni sono muri compatti e dolorosi, altri più estesi e invisibili come quelli della paura, dell’indifferenza e dell’antagonismo. Sono muri mediatici che mettono tutti contro tutti e che minacciano di distruggere il mondo. Oggi più che i muri dobbiamo costruire la fratellanza universale.
Il muro di Berlino per 28 anni ha rappresentato un pianeta diviso in due blocchi contrapposti: da una parte i “buoni”(i democratici) dall’altra i “cattivi”(i comunisti). Questo muro fu costruito contro i tedeschi dell’est per far si che non scappino verso ovest,esso è capace di uccidere donne,uomini e bambini, ma non riesce a spegnere i sogni,anzi li accende. Alla fine della seconda Guerra Mondiale nel mondo c’erano 7 muri. 30 anni fa,nel 1989,erano diventati 16. Oggi ne sono 77.
Quello più esteso ad oggi è il muro di Trump che separa l’America dal Messico e a differenza del muro di Berlino, non divide più i “buoni” dai “cattivi” ma i ricchi dai poveri.
I muri sono figli della ricerca forsennata dal profitto. Per tre decenni sono cresciuti insieme alle disuguaglianze,infatti gli ideologi dicono:”Fuori c’è un Mondo minaccioso,difendiamoci con un muro.Fermiamo chi cerca di superarlo”. I muri sono figli del caos e dell’incertezza in cui è stato gettato il mondo dopo aver fermato il processo di democratizzazione,i loro costruttori sono persone spregiudicate che usano le paure della gente per accrescere il proprio potere e i propri soldi.
Ogni volta che viviamo un’esperienza dolorosa, ci sentiamo spaventati, smarriti e ci capita di essere feriti induriamo il nostro cuore e innalziamo il nuovo muro.
I muri non sono solo concreti ma anche astratti. Prima del cemento armato, del filo spinato e dell’ acciaio, essi sono edificati dalle parole. Spesso si dice che alcune parole pesano come macigni e con questi macigni si costruiscono mura. Le parole l’innalzano alla velocità della luce.
I muri sono prigioni, sono un inganno,sono una fregatura, sono barriere per le persone. I muri non cancellano la paura, chiudono lo sguardo, non spengono i sogni. Per questo ci dobbiamo impegnare a lasciare alle generazioni future, un mondo senza barriere, infatti la nostra scuola si è impegnata a insegnare a noi giovani, l’importanza di non costruire muri intorno a noi e di vivere pacificamente con gli altri.
Il 9 novembre 2019 nella nostra scuola abbiamo costruito un muro sul quale abbiamo attaccato dei martelli con su scritto frasi sulla Pace.
I muri non si abbattono solo con i martelli ma anche con la volontà. Classe 3F

LORO CI METTONO IL I MURI, NOI CI METTIAMO IL CUORE ❤️

Novembre 2019

A inizio novembre noi alunni abbiamo partecipato al progetto Giovani alberi per la Pace, raccogliendo le olive del nostro giardino scolastico.

classe 3F

Olio di oliva: un ingrediente antico dal sapore moderno

L’Olio è un prodotto alimentare con origini molto antiche. Moltissimi anni fa era diffuso solo in Asia Minore, poi successivamente, si diffuse anche nel mediterraneo e nel resto del mondo. Oggi esistono numerosi tipi di Olio, come l’Olio di Oliva, di semi di arachide o di girasole o l’Olio di palma, ma quello maggiormente pregiato è l’Olio extravergine di Oliva.                                                                 
L’Olio extravergine d’Oliva è l’ingrediente più sano e adatto per condire le pietanze e, a differenza di altri oli, può essere usato anche più volte per la frittura dei cibi. Infatti è l’unico Olio ad essere prodotto con la sola spremitura delle olive, senza l’aiuto di solventi chimici o altri interventi industriali. Questo tipo di Olio è anche un ottimo conservante naturale. Per conservare i cibi a lungo infatti, basta metterli in un contenitore pulito e asciutto, coprirli d’Olio e chiudere energicamente il tappo, come avviene per le conserve sott’Olio della tradizione italiana. Solitamente l’Olio si trova in commercio in bottiglie di vetro sigillate. Dopo l’apertura è possibile conservarlo senza perderne le proprietà per un anno. La temperatura ideale di conservazione dell’Olio è pari a 15° C. L’Olio di Oliva è uno dei punti fermi della cultura gastronomica italiana e ha una grande varietà di coltivazioni: l’Italia è il secondo produttore dopo la Spagna (in Europa e nel mondo) con una produzione nazionale media di oltre 464 000 tonnellate, due terzi dei quali extra vergine e con ben 41 denominazioni DOP e un’ IGP riconosciute dall’Unione europea.
L’Olio di Oliva però non è usato solamente in cucina: grazie al suo notevole contenuto di principi nutritivi primari, viene usato anche come ingrediente fondamentale di alcune maschere per la nostra pelle.

Anniversario Giornata Mondiale dei Diritti Umani

Il 10 dicembre di ogni anno si celebra a livello internazionale la Giornata Mondiale dei diritti umani.

         La data è stata scelta per ricordare la proclamazione della Dichiarazione universale dei diritti umani da parte dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite (O.N.U.), avvenuta il 10 dicembre 1948.

         Nella Costituzione della Repubblica Italiana all’art. 2 sono garantiti i diritti inviolabili dell’uomo attraverso l’adempimento dei doveri di solidarietà politica, economica e sociale, mentre l’articolo 3 tutela il principio fondamentale dell’uguaglianza di tutti i cittadini davanti alla Legge, senza alcuna differenza di sesso, di razza, di religione e di opinioni politiche.

  1. “ANCORA OGGI I DIRITTI UMANI NON SI RISPETTANO CON MOLTE DIFFERENZE COME QUELLE TRA UOMO E DONNA, TRA POVERO E RICCO, TRA NERO E BIANCO, TRA CATTOLICO E MUSULMANO”.

2. “PER PRIMA COSA SII IN PACE CON TE STESSO, POI POTRAI PORTARE
PACE AGLI ALTRI”

Classe 3B

I nostri diritti

Vivo in Pace,
dalla guerra son lontano,
mi sento libero
come un gabbiano!

Ogni diritto e la nostra libertà 
l’ha conquistata
l’Umanità.

Per difendere questi valori,
l’uomo ha patito
pene e dolori

e questo tesoro è un nostro dovere
come da una stella farlo brillare!

Davide Mastroddi classe 3B