martedì 14 Luglio 2020

[email protected]

Tivoli II- Tivoli centro“- A. Baccelli”- a.s.2019/2020

Un concerto da non dimenticare

Orchestra di fiati a Tivoli

A Tivoli, la scorsa stagione, presso la chiesa di San Biagio, ha avuto luogo il concerto inaugurale dell’orchestra di fiati. Questa iniziativa è stata proposta dall’accademia “Ergo Cantemus” dell’Aquila ed è stata portata avanti dal direttore d’orchestra Giuseppe Galli di Tivoli il quale ha provveduto anche a contattare gli ospiti d’onore: Antonia Sarcina, Carlo Calcagnini e Luciano De Luca. Ora ve li presento… ANTONIA SARCINA nata  a Trieste nel 1963 e ai trasferì a Roma sin da piccola. Durante gli studi si laureò in: Pianoforte, composizione, orchestrazione per banda, direzione d’orchestra e la maturità classica. Ha composto e suonato brani per emittenti radiofoniche come radio Vaticana. La sua produzione musicale comprende: musica da camera , sacra, didattica, sinfonica ,bandistica ,lirica ,musiche di scena per il teatro classico ,trascrizioni e arrangiamenti di vario genere. È stata la prima direttore d’orchestra donna nelle bande della Polizia, della Guardia di Finanza e della Marina Militare.CARLO CALCAGNINI 1° Clarinetto solista nella Banda Nazionale dell’Esercito presso Ministero della Difesa .Ha conseguito il diploma di clarinetto al Conservatorio di Salerno sotto la guida del Maestro Michele Incenzo. Ha frequentato corsi di perfezionamento con Antoni Pay e Nicola Conte, dedicandosi successivamente all’attività concertistica, svolta sia come solista che in formazioni da camera. Promotore ed animatore di un progetto sperimentale di insegnamento musicale presso la Scuola Materna ed Elementare Statale, è altresì attivo quale docente e direttore artistico dell’Associazione Bandistica di Sacrofano. Dal 1983 fa parte della Banda dell’Esercito della quale dal 1998 è diventato titolare del posto di primo clarinetto solista.LUCIANO DE LUCA nato a Tivoli in provincia di Roma. Attualmente Euphonium solista presso la banda musicale della polizia di stato e Principal Euphonium dell’ Italian Brass Band. All’età di quattro anni comincia gli studi musicali con il papà Guglielmo per proseguire poi con MatteoCaramaschi, Primo Euphonium della Banda musicale della Polizia di Stato. Nel 2006 consegue il DIPLOMA DI ALTO PERFEZIONAMENTO con il M . STEVEN MEAD presso l’ Istituto Superiore Europeo a Trento . L’anno successivo consegue il Diploma Accademico in TROMBONE con il massimo dei voti e la Lode sotto la guida del M° Vincenzo Tiso presso il Conservatorio di Musica Santa Cecilia Roma e nello stesso anno è vincitore del premio “VIA VITTORIA” , riservato ai 5 Migliori Diplomati con Premio e Borsa di studio .Si perfeziona con Steven Mead , Robert Childs e David Childs; frequenta moltissimi Corsi e Masterclass con i Maestri: Andrea Conti, Jaques Mauger , Jay Friedman , Charles Vernon, Anne Jelle Visser , Markus Höfzel , Gianluca Gagliardi e Federico Ventura .Ha collaborato con noti Direttori d’Orchestra tra i quali ricordiamo Riccardo Muti, Daniel Baremboim, Myung Whun Chung, Lorin Mazel, Zubin Mehta, Maurizio Billi, Markus Stenz, Gianluigi Gelmetti, Alessio Vlad, Asher Fish e Roberto Granata . Ha effettuato tournée in Polonia, Germania, Grecia, Inghilterra, Svizzera, Francia e Cina .
Risulta Vincitore delle seguenti audizioni tra le quali L’ Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma , l’Orchestra Della Città Di ROUEN in Francia l’Orchestra Sinfonica di Roma ( Arts Accademy ) e l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio di Roma .
A 21 anni vince il Concorso Nazionale per Euphonium presso la Banda Musicale della Polizia di Stato con la quale svolge un intensa attività solistica .
E’ docente a numerosi Corsi di perfezionamento presso istituzioni musicali e culturali italiane ed estere tra cui spicca L’Accademia Internationale di Euphonium in Francia .
Nel 2014 sono stati composti, arrangiati e dedicati concerti a Luciano De Luca:
• Sigma, Concerto per Euphonium e Pianoforte di Stefano Zigrossi.
• Cerretango , Concerto per Euphonium e Pianoforte di Davide Vallini.
• Core N’grato, Arr. Per Euphonium e Brass Band di Gaetano Cannuli.
• The Magic Carpet, Concerto per Euphonium e Grande Banda di Secondino De Palma,Quest’ultimo e’ stato eseguito in Prima Assoluta da Luciano De Luca il 24 Agosto 2014 nella città di Troia (FG).Ricopre il ruolo di Principal Euphonium nell’ “Italian Brass Band” ( Vincitori dell’ European Brass Band Championship Challenge Section a Friburgo in Germania il 2 Maggio 2015).Euphonium solo del gruppo di ottoni dell’Accademia Nazionale Santa Cecilia “Tam Tam Brass”. E’ fondatore del quartetto di ottoni “ Italian Sound Quartett” con cui ha vinto prestigiosi concorsi internazionali , ossia quello di VILLE D’AVRAY A PARIGI 1o premio assoluto e 1o premio del pubblico, Concorso di Caccamo in SICILIA 1o premio assoluto, Concorso Internazionale di Sanguinetto (VR) per Musica da Camera.
Nel 2013 – 2014 è stato Artista Miraphone.
Nel Giugno 2015 diviene ufficialmente Artista Besson, la ditta di strumenti musicali più nota nel panorama internazionale.
Suona con Euphonium Besson Prestige e Besson Sovereingni.

Il concerto non avuto inizio immediatamente a causa del ritardo di alcuni partecipanti, questo contrattempo però ha consentito di fare una breve presentazione del concerto, che prevedeva 6 brani:
1 CONCERT MARCH “ARSENAL” DI JAN VAN DE ROOST
2 PROFUMO DI SPAGNA DI ANTONIA SARCINA
3 THE SAINT AND THE CITY DI JACOB DE HANN
4 A SONG FOR JAPAN DI STEVEN VERHELST
5 L’ITAKIA IN ALGERI DI GIOACCINO ROSSINI
6 BLISS DI HERMAN PALLHUBER
Proprio dopo i saluti quando tutti e ne stavano per tornare a casa, il direttore Giuseppe Galli propone un bis del BLISS e tutti gli spettatori con gran gioia si sono tornati a sedere. Un bel concerto in cui bisogna apprezzare la professionalità del direttore Giuseppe Galli e la sua bravura nel dirigere l’orchestra ,ma anche l’aiuto degli ospiti d’onore durante i brani a chi partecipavano . Si è apprezzato Carlo Calcagnini nel suo modo di dirigere quasi impulsivo, come se gli venisse naturale muovere la bacchetta in modo perfetto .Vorrei anche sottolineare la capacità eccezionale di Luciano De Luca di suonare quasi a orecchio, non avendo potuto provare molte volte i brani. Per quanto riguarda Antonia Sarcina non sono rimasto impressionato di nessuna sua capacità, ma comunque bisogna premiare l’alto livello di professionalità mentre dirigeva. Vorrei concludere con una frase “la musica è tutto ma è anche niente”.

Cirillo 3F