mercoledì 30 Settembre 2020

[email protected]

Scuola secondaria di 1^grado- A. Baccelli- a.s.2019/20.

Orientamento…nell’ICS Baccelli di Tivoli

L’iscrizione alla scuola secondaria di 2 grado per a.s.2017/2018

Siamo arrivati come ogni anno alle iscrizioni nelle scuole di ogni ordine e grado e ai percorsi d’istruzione e formazione professionale e gli alunni frequentanti le classi terze della scuola secondaria di primo grado dell’ICS A.Baccelli si sono trovati nella condizione di dover compiere una decisione molto importante: scegliere la scuola secondaria di 2 grado dove iscriversi. Per aiutarci a questa scelta importante sono stati organizzati incontri, manifestazioni e open day che facevano parte di un progetto chiamato “Orientamento”. Convenzionalmente, la parola “Orientamento” indica, geograficamente l’ azione, il fatto e il modo di orientarsi su una carta geografica, o su una carta topografica; stabilire l’ orientamento di un edificio o di una superficie, nell’ ambito scolastico questa parola assume però un significato diverso e va ad indicare un percorso formativo e informativo pianificato per gli alunni della classe terza per facilitare la scelta della scuola superiore per continuare il ciclo di studi. Nella scuola secondaria di 1 grado questo progetto è cominciato lunedì 5 dicembre quando le professoresse referenti del progetto, proff. Crocchiante e Di Addario,  hanno somministrato agli alunni delle classi terze dell’istituto dei test attitudinali da svolgere in classe, che avrebbero rilevato le passioni e gli interessi degli alunni, inoltre le proff. hanno consegnato dei questionari  da compilare da parte dei genitori riguardo la scelta degli istituti secondari dove iscrivere i propri figli. Nei risultati di questi test veniva consigliato la scuola secondaria più appropriata per ciascun ragazzo e veniva indicato il suo tipo di carattere e le sue attitudini. Sempre in dicembre il progetto prevedeva  la visita ad alcuni istituti secondari che avessero offerto disponibilità per questo è stata organizzata la visita all’ istituto tecnico, “Alessandro Volta” e l’ ITCG “Enrico Fermi”. Il 19 dicembre all’istituto ITI “Alessandro Volta” gli alunni della nostra scuola sono stati accolti dai professori nell’Aula magna. Questi ci hanno spiegato come è organizzato l’ istituto tecnico, cosa si studia, le materie principali, le attività e il diploma che si ha dopo il quinquennio, con cui si può andare direttamente a lavorare. Dopodiché alunni e professori ci hanno mostrato i laboratori di fisica, chimica, informatica, elettronica, elettrotecnica e progettazione. In ognuno di questi laboratori i ragazzi della scuola Baccelli hanno provato degli esperimenti. Alla fine della visita è stato offerto agli ospiti un rinfresco con un po’ di bibite e dolciumi (che è stato molto gradito). Il 21 dicembre, invece c’è stata la visita all’istituto ITC “Enrico Fermi” dove gli studenti nonostante gli alunni stessero facendo lo sciopero bianco. Qui abbiamo visitato: l’ Auditorium, in cui si esibiscono numerose scuole in concerti e spettacoli; il laboratorio di chimica, dove abbiamo sperimentato gli effetti del fuoco su varie sostanze; il laboratorio di informatica, dove ci hanno fatto ricostruire un hard disk con un programma virtuale; l’ aula di progettazione di architettura e le palestre. I professori inoltre ci hanno parlato di materie e di indirizzi che si intraprendono in quella scuola e si dividono in:

– settore economico, che comprende: amministrazione, finanza e marketing e settori informativi aziendali;
– settore tecnologico, che comprende : costruzioni ambiente e territorio e grafica e comunicazione.
La visita è stata molto affascinante e coinvolgente. L’ 11 gennaio anche le altre scuole, ospitate nella palestra dell’ istituto Baccelli, hanno esposto il loro piano di studi e ci hanno dato informazioni riguardo i loro indirizzi. Quel giorno c’ erano: il liceo classico “Amedeo di Savoia”, il liceo artistico di Tivoli, il liceo linguistico paritario di Guidonia “Alberto Moravia”, il liceo scientifico “Lazzaro Spallanzani”, il liceo linguistico e psicopedagogico “Isabelle d’ Este”, l’ITCG “Fermi”, l’ITIS “Volta”, l’ istituto professionale “Olivieri”, l’ istituto “Rosmini” e l’ istituto turistico ed economico “Maiorana-Pisana”. I professori dei licei presenti ci hanno parlato a lungo dell’ ottima ed ampia base culturale che queste scuole offrono e che permette l’accesso a tutte le facoltà universitarie. Ciascun liceo ha poi parlato dei vari studi che approfondisce: latino e greco nel liceo classico; materie scientifiche e matematiche nel liceo scientifico e teoria dello sport nel liceo sportivo; storia dell’ arte nel liceo artistico; lingue nei licei linguistici e materie umanistiche nel liceo psicopedagogico. Dai rappresentanti degli istituti tecnici abbiamo ricevuto informazioni riguardanti il fatto che anche gli istituti tecnici danno una buona preparazione culturale, soprattutto nel campo giuridico, tecnico e amministrativo, e che forniscono anche esperienza pratica nei laboratori. Gli istituti professionali e il turistico-economico, invece, hanno spiegato che in queste scuole si acquisiscono cultura e teoria, ma soprattutto una grande esperienze tecnica, professionale e manuale che permette di accedere subito nel mondo del lavoro dopo i cinque anni. Il percorso di orientamento si è concluso il 30 gennaio, quando due ragazze e due professoresse del Fermi hanno sostenuto nella scuola Baccelli delle lezioni sulla Costituzione italiana, sul bullismo e sulle stampanti 3D. Nella prima parte della lezione ci hanno illustrato i primi 15 articoli della Costituzione e ci hanno mostrato una presentazione riguardante le differenze tra bullismo e cyberbullismo e come combatterli. Nella seconda parte della lezione ci hanno spiegato la struttura e il funzionamento delle stampanti 3D. E’ stato molto utile e interessante.
Penso che il progetto “orientamento” sia stato molto importante, dato che questa decisione non è affatto facile, in quanto tutte le scuole forniscono un’ ottima preparazione e formazione e che questa scelta caratterizzerà il nostro futuro.
Per questo motivo bisogna pensare razionalmente e non decidere in base alle amicizie o alle tendenze del momento. Gli incontri con le scuole e i questionari con il giudizio dei professori mi hanno aiutato molto nella scelta di ciò che mi sembrava più adatto alle mie attitudini.
Spero che illstrare il nostro percorso possa aiutare anche gli altri ragazzi della nostra età.
Innocenti, Malagesi, Pletea, Valentini III F